Nella città peruviana Cerro de Pasco, Glencore inquina l’acqua potabile della popolazione indigena. In particolare, i bambini soffrono gravemente a causa degli avvelenamenti da piombo. Maggiori informazioni.

«Se una multinazionale, come Glencore, inquina un fiume oppure distrugge intere aree abitate, deve rispondere delle proprie azioni.»

Dick Marty, già Consigliere agli Stati PLR e
co-presidente del comitato d’Iniziativa

Sostenitrici e sostenitori

  • Chiara Simoneschi-Cortesi

    già Consigliera nazionale PPD

  • Laura Sadis

    Già Consigliera di Stato PLR

  • Luca Bolzani

    Sintetica SA

  • Marina Carobbio

    Copresidente AMCA e Consigliera agli Stati

L’Iniziativa per multinazionali responsabili è stata lanciata da Dick Marty, già Consigliere agli Stati PLR e procuratore pubblico, assieme a un’ampia coalizione di 130 organizzazioni attive nell’ambito della difesa dei diritti umani e della protezione dell’ambiente. Oggi l’Iniziativa viene sostenuta anche da numerosi esponenti di tutti i partiti politici e da imprenditori e imprenditrici, come anche dalla Conferenza dei Vescovi svizzeri, dalla Chiesa evangelica riformata della Svizzera e dall’Alleanza evangelica svizzera.

Perché l'Iniziativa per multinazionali responsabili è necessaria

Sostanze chimiche inquinano i campi che circondano il giacimento petrolifero di Glencore in Ciad, causando vesciche da ustione larghe diversi centimetri. Maggiori informazioni.

Glencore avvelena i fiumi in Congo e l’aria in Zambia. LafargeHolcim, imprese svizzera del cemento, danneggia la salute delle persone in Nigeria con polveri fini. Lla multinazionale basilese Syngenta vende pesticidi tossici che in Svizzera sono già vietati da tempo.

 

Le multinazionali con sede in Svizzera continuano a violare i diritti umani e a ignorare gli standard ambientali minimi. Attualmente, queste imprese non devono temere alcuna conseguenza, anche perché nei paesi poveri spesso non c’è uno Stato di diritto funzionante e le persone non hanno di fatto quasi la possibilità di difendersi.

 

L’Iniziativa per multinazionali responsabili chiede che le multinazionali svizzere siano tenute a rispettare i diritti umani e l’ambiente. Per far sì che anche le imprese con pochi scrupoli rispettino questa nuova legge, ci devono essere delle conseguenze in caso di infrazione. In futuro, le multinazionali dovranno quindi rispondere delle proprie azioni se violano i diritti umani o distruggono l’ambiente. Ecco perché l’Iniziativa per multinazionali responsabili è necessaria.

Guarda ora online il nuovo documentario «Multinazionali: il reportage»

Questo documentario dà voce a chi di solito non ce l’ha: persone che sono state danneggiate dalle attività all’estero di multinazionali svizzere. Dick Marty e altre personalità spiegano perché sono necessarie regole vincolanti affinché le multinazionali debbano rispondere delle loro azioni se violano i diritti umani o inquinano l’acqua potabile.

 

Partecipare

Contrariamente alla lobby delle multinazionali, noi non disponiamo di un budget milionario. In cambio abbiamo decine di migliaia di cittadine e cittadini che si impegnano attivamente per l’Iniziativa. Può aiutarci scrivendo delle cartoline, ordinando una bandiera per il suo balcone oppure donando all’Iniziativa. Grazie mille per il suo sostegno!

Trova qui notizie d’attualità, i comunicati stampa e i download.