Imprese e diritti umani: il nuovo lacunoso piano d’azione nazionale (PAN)

17.01.2020

Il 16 gennaio 2020 è stato approvato il piano d’azione nazionale (PAN) della Svizzera per il periodo 2020-2023 concernente i Principi guida delle Nazioni Unite su imprese e diritti umani. Segue un’analisi dettagliata del PAN.

Il documento «Principi guida delle Nazioni Unite su imprese e diritti umani. Piano d’azione nazionale della Svizzera 2020- 2023» è stato approvato dal Consiglio federale il 16 gennaio 2020. Il primo PAN, per il periodo 2016-2019, era stato approvato dal Consiglio federale nel dicembre 2016 in adempimento di un postulato parlamentare.

Per la redazione del nuovo PAN, il Consiglio federale si è basato sullo studio dato in mandato esterno all’amministrazione intitolato «Bestandsaufnahme über die Umsetzung der UNO- Leitprinzipien für Wirtschaft und Menschenrechte durch den Bund und durch Schweizer Unternehmen». Esso riassume lo stato attuale e contiene una serie di raccomandazioni, che sono state riprese solo parzialmente nel nuovo PAN. Nell’agosto del 2019, attori della società civile e dell’economia privata sono stati invitati a contribuire con propri input e a commentare la prima bozza del PAN. Il nuovo piano d’azione contiene alcuni miglioramenti, ma dal punto di vista della società civile non garantisce una base solida per garantire che le imprese svizzere rispettino i diritti umani nelle loro attività e nei loro rapporti con partner commerciali all’estero.

Più attualità:

Tutte le attualità qui:

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie Saperne di più.

I parametri dei cookies su questo sito web sono regolati su “autorizzare i cookies” per poterle offrire la migliore esperienza di navigazione. Se utilizza questo sito web senza modificare i parametri dei cookies o se clicca su “accettare”, indica il suo consenso. Ulteriori informazioni sugli strumenti utilizzati.

Chiudere