Trader svizzeri traggono profitto dal lavoro dei bambini

28.01.2019

Un rapporto di Solidar appena pubblicato accusa due società svizzere di trading, Louis Dreyfus SA e Reinhart AG, di trarre profitto dal lavoro dei bambini nel Burkina Faso.

Un’inchiesta durata più di due anni ha permesso di fare luce sulle condizioni di produzione del cotone, mostrando che 250’000 bambini piantano, raccolgono e lavorano il cotone che in seguito viene esportato nel mondo intero.  Questi bambini, di età compresa fra i 5 i 17 anni, maneggiano macchinari che possono essere pericolosi e soffrono di problemi cutanei e respiratori causati dall’esposizione a pesticidi e concimi chimici. Le giornate nei campi sono estremamente lunghe e faticose, e alcuni ragazzi sono costretti a prendere degli stimolanti per resistere al pesante carico di lavoro.

Le due società svizzere accusate in questo rapporto sono tra i maggiori acquirenti del cotone proveniente dal Burkina Faso, attraverso una società che controlla l’80% della produzione nazionale. Louis Dreyfus e Reinhart dovrebbero prestare più attenzione alla provenienza del cotone da loro smerciato e dire no a qualsiasi tipo di lavoro minorile.

 

Leggi il rapporto di Solidar sul lavoro dei bambini in Burkina Faso.

Più attualità:

Tutte le attualità qui:

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie Saperne di più.

I parametri dei cookies su questo sito web sono regolati su “autorizzare i cookies” per poterle offrire la migliore esperienza di navigazione. Se utilizza questo sito web senza modificare i parametri dei cookies o se clicca su “accettare”, indica il suo consenso. Ulteriori informazioni sugli strumenti utilizzati.

Chiudere