Glencore inquina l’acqua in Colombia

Da molti anni Glencore è uno dei tre principali azionisti della miniera di carbone “El Cerrejón”. La miniera, con i suoi quindici bacini di sedimentazione, inquina il fiume Ranchería.

Lo sfruttamento minerario a cielo aperto ha portato a spostamenti forzati delle comunità locali, privandole così dei loro mezzi di sussistenza. L’intero dipartimento è confrontato con una penuria d’acqua causata dall’industria mineraria. L’organizzazione non governativa Indepaz ha condotto un’inchiesta a giugno 2018 per valutare i rischi ambientali e sanitari di questa regione mineraria. I risultati non lasciano dubbi: la miniera “Cerrejón”, con i suoi quindici bacini di sedimentazione, inquina il fiume Rancherìa. Le concentrazioni di metalli pesanti nell’acqua superano chiaramente i valori limite autorizzati in Colombia. Questo fiume fornisce acqua a circa 450’000 persone e la sua contaminazione ha fatto ammalare persone ed animali.

Quel che cambia con l’iniziativa:

Con l’Iniziativa per Multinazionali Responsabili, Glencore sarebbe costretta a prendere misure affinché l’acqua contaminata prodotta dalla miniera “Cerrejón” non raggiunga il fiume Ranchería e che i bacini di sedimentazione vengano provvisti di adeguati sistemi di trattamento. Inoltre, Glencore dovrebbe assicurarsi che le popolazioni costrette a spostarsi vengano indennizzate e che abbiano nuovamente accesso a una fonte di acqua potabile.

Altri scandali:

Tutti gli scandali qui:

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie Saperne di più.

I parametri dei cookies su questo sito web sono regolati su “autorizzare i cookies” per poterle offrire la migliore esperienza di navigazione. Se utilizza questo sito web senza modificare i parametri dei cookies o se clicca su “accettare”, indica il suo consenso. Ulteriori informazioni sugli strumenti utilizzati.

Chiudere