Syngenta: intossicazioni a causa di un erbicida mortale

Benché si sappia che l’erbicida Paraquat non venga utilizzato in modo conforme in diversi Paesi in via di sviluppo, Syngenta forza la vendita del suo controverso pesticida anche in questi Paesi.

La multinazionale basilese si rende così corresponsabile di migliaia di casi d’avvelenamento e di decessi ogni anno. Il Paraquat è vietato in Svizzera dal 1989 a causa della sua elevata tossicità ed è considerato l’erbicida più letale al mondo. Si stima che il numero di avvelenamenti dovuto a pesticidi nel mondo sia superiore a 1 milione all’anno. Decine di migliaia di questi casi hanno esito letale.

Una parte importante di queste intossicazioni è da ricondurre all’uso del Paraquat. Le cause principali di questo elevato numero di vittime sono la mancanza d’indumenti di protezione e l’uso di nebulizzatori (spray) difettosi. In molti casi le contadine e i contadini non hanno i mezzi per acquistare l’equipaggiamento adeguato; d’altra parte il clima tropicale rende difficile indossare gli indumenti di protezione.

Da anni Syngenta reagisce alle critiche con le medesime risposte: in caso di uso corretto il prodotto è sicuro e milioni di utilizzatori hanno già beneficiato di programmi di formazione. La multinazionale ignora così il fatto che nella maggior parte dei Paesi un uso corretto del Paraquat e l’osservanza degli standard di sicurezza necessari siano un’illusione e che nemmeno i programmi di formazione cambieranno questa situazione.

Per maggiori informazioni.

Quel che cambia con l’iniziativa:

Se Syngenta eseguisse un processo di dovuta diligenza (Due Diligence) corretto, noterebbe che le condizioni per un utilizzo sicuro del Paraquat non sono possibili. Syngenta dovrebbe quindi rinunciare alla vendita di questo prodotto e offrire un erbicida meno letale.

Altri scandali:

Tutti gli scandali qui:

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie Saperne di più.

I parametri dei cookies su questo sito web sono regolati su “autorizzare i cookies” per poterle offrire la migliore esperienza di navigazione. Se utilizza questo sito web senza modificare i parametri dei cookies o se clicca su “accettare”, indica il suo consenso.

Chiudere